Coaching

“We have all answers as we are the only experts to give our answers”

Abbiamo pensato di riportare una citazione di Milton Erickson che riteniamo permetta di comprendere appieno il focus di azione del coaching. Non solo tale citazione mette in rilievo il valore della persona, ma ne sottolinea la centralità.
Nell' attuale contesto sociale ed organizzativo il cambiamento assume un ruolo primario, è altrettanto prioritario che le persone acquisiscano la capacità di gestirlo.
Assume dunque importanza “essere” prima del fare, acquisire la capacità di usare e creare le conoscenze in modo costruttivo, di decodificare il sapere e di utilizzare il pensiero riflessivo quale generatore di consapevolezza. A tal fine, il coaching si pone come processo indispensabile attraverso il quale si aiuta la persona a raggiungere il massimo livello della sua capacità di performance. 
Le sue origini hanno il fondamento nella maieutica socratica “conosci te stesso”: la capacità del singolo di trovare le sue soluzioni e di una guida in grado di facilitare l’apprendimento.
La metodologia del coaching è orientata al risultato poiché favorisce lo sviluppo di nuove strategie di pensiero e di azioni finalizzate al raggiungimento degli obiettivi; promuove altresì una visione condivisa attraverso il riconoscimento della propria mappa mentale. E’ un processo che opera sulle capacità latenti e sul potenziale inespresso della persona anziché sulle prestazioni passate. Attraverso l’analisi della realtà, la condivisione di obiettivi, il feedback (quale strumento che promuove la cultura dell’apprendimento), il coaching si pone come valido strumento di “risveglio” della persona, aiutandola a sviluppare quelle capacità più strettamente correlate all' intelligenza emotiva, potenziandone le abilità sociali. 
Il coaching pertanto promuove sia l’eccellenza in una persona, orientandola verso la capacità di essere completamente se stessa, che il raggiungimento di un equilibrio. Tutto ciò attraverso l’acquisizione di una consapevolezza profonda delle proprie risorse le quali, grazie ad esso, vengono orientate e mobilitate in modo naturale. Definita da Richard Boyatzis come "la capacità di concentrazione che consiste nella conoscenza di indici interiori e segnali impercettibili che dicono che cosa si sta provando e nel saperli usare per guidare il proprio comportamento", la consapevolezza di sé è una competenza fondamentale perché entra in gioco in modo particolare in quelle situazioni che comportano la relazione con gli altri. E' la capacità di sintonizzarsi sul flusso dei sentimenti presenti in ognuno di noi e di riconoscere come queste emozioni influenzino ciò che
pensiamo, percepiamo e facciamo. Secondo D. Goleman, può essere paragonata ad un barometro interiore in grado di valutare con precisione ciò che stiamo facendo o vogliamo fare. La consapevolezza di sé è un prezioso strumento di cambiamento, soprattutto se il bisogno di cambiare è coerente con i propri obiettivi e promuove nell'individuo una agire attivo. Di conseguenza l'auto-valutazione aiuta la conoscenza di se stessi e migliora la relazione con l'altro e con il nostro essere al mondo. Essere abili nell' auto-valutarsi consiste nell' essere innanzitutto consapevole dei propri punti di forza e delle proprie aree di miglioramento, saper utilizzare la riflessività e possedere la capacità di apprendere dall' esperienza, favorire un apertura a nuove prospettive di sviluppo e a un feedback sincero. E' altresì importante avere una padronanza emotiva di sé stessi che implica la possibilità di scegliere come esprimere i propri sentimenti. Tali capacità sono al centro di cinque competenze emotive:

1 L'autocontrollo  che si concretizza nella capacità di gestire efficacemente emozioni negative; 
2 Fidatezza (onestà e integrità)
3 Coscienziosità ossia la responsabilità di adempiere ad obblighi
4 Adattabilità che implica un buon grado di flessibilità 
5 Innovazione che è sostanzialmente l' apertura a nuove idee.

La fidatezza, in particolare, risponde alla capacità di costruire attorno a sé una relazione di fiducia dimostrando affidabilità e autenticità, mostra capacità di integrità e responsabilità di se stessi. La credibilità di una persona implica essere in grado di far conoscere agli altri i propri valori, principi, intenzioni e sentimenti e agire in coerenza con se stessi. Quando siamo coerenti, le nostre capacità sono coinvolte appieno nel raggiungimento di un obiettivo, siamo assorbiti nel flusso ossia uno stato che ci spinge a svolgere il nostro lavoro al meglio. Il flusso diviene dunque un fattore motivante per eccellenza poiché le emozioni sono strettamente collegate alla motivazione. Per raggiungere prestazioni ottimali, le persone devono amare ciò che fanno, ne devono trarre piacere. Le emozioni alimentano le motivazioni, le quali a loro volta orientano le percezioni dando forma alle azioni. Quando siamo altamente motivati e viviamo lo stato di flusso in cui non esiste assenza psicologica, siamo presenti a ciò che stiamo facendo ossia abbiamo una totale attenzione e immersione nel compito in corso. Il nostro atteggiamento è di apertura nei confronti degli altri poiché la presenza nasce dall'auto-consapevolezza. Riusciamo così a sintonizzarci meglio sugli altri e sulle esigenze della situazione promuovendo un cambiamento che è prima di tutto interno.
Possiamo dunque affermare che il coaching, configurandosi come un percorso altamente formativo, offre un valido aiuto e un opportunità per lavorare sulle potenzialità latenti, sul cambio di percezione agendo così sulla realtà attuale (la mappa non è il territorio), sullo sviluppo dell intelligenza emotiva, sul divenire. Non si tratta di un cambiamento finalizzato soltanto al comportamento volto a garantire un'ottimizzazione della performance, ma coinvolge anche un cambiamento generativo.

"Ciascuno di noi deve chiarire a se stesso le sue doti, le sue possibilità, deve mettere la sua vita al servizio della realizzazione del sé"
Hermann Hesse

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
©2019 RipetizioniCorsi.it All Rights Reserved. ALESSIO LEONCAVALLO: VIA DELLE MURETTA 34, 00040 ROCCA DI PAPA (RM) P.IVA 13624251008

Search