https://www.viagrageneriquefr24.com/acheter-du-viagra-sur-un-site-francais/

Politica & Economia

Il prof. Giulio Sapelli, una voce fuori dal coro con il suo libro "Un Nuovo Mondo"

Si sente parlare da molto tempo di crisi, che ormai ha assunto la veste di un qualcosa di strutturale, essendo entrati nel decimo anno consecutivo.

A riguardo gli attori coinvolti sono spesso citati come entità spersonalizzate evocando categorie come mercato, istituzioni o fisiologicità delle economie avanzate, lasciando il più delle volte, il cittadino medio in uno stato confusionale. Una voce fuori dal coro è il Pro.re Giulio Sapelli1(http://www.giuliosapelli.it/biografia/), che con il suo libro intitolato "Un nuovo mondo"fornisce al lettore, attento ad informazioni alternative, una chiave di lettura che si discosta da quella che fa parte del politicamente corretto. La caratura del Sapelli permette una visione a tuttotondo grazie all'approccio interdisciplinare dell'autore che riesce ad andare oltre gli schemi semplicistici, tipici di un pensiero monodirezionale e monosettoriale. Entrando nel merito dell'opera l'autore delinea in modo meticoloso l'excursus storico fin'ora avvenuto, prospettando previsioni riguardo al futuro prossimo. Il Sapelli cita in maniera puntuale i diversi attori nei diversi contesti, sia storici che geografici, non lasciando nulla al caso. Mi permetto di segnalare dei passaggi che a mio avviso sono fondamentali.

 

Sapelli cita i Gesuiti a pagina 16 come segue:

 

- " [...] Questo mentre l'America del Sud si spacca in due Paesi sotto controllo USA in decadenza (Brasile ed Argentina prima di tutto) e quelli non ancora domati (Equador e Bolivia), e il miracolo peruviano e colombiano fa da contrappeso al disastro venezuelano-cubano. Un disastro che dovrebbe far impensierire anche la Compagnia di Gesù per le stupidaggini che si son dette e fatte in quelle nazioni con conseguenze disastrose come la fame e la perdita della speranza e della vera fede, rendendo tutti evangelici in tranche che si rotolano per terra",

 

cita Antonio di Pietro3 a pagina 23 come segue:

 

- "[...] I giudici brasiliani, che come si è detto sono stati tutti formati negli USA, hanno come consulente internazionale Antonio Di Pietro, il magistrato che fu il braccio armato dei giganteschi processi italiani di Mani Pulite",

 

cita, nel capitolo Sesto intitolato Instabilità Permanente a pagina 86 Cina, USA ed URSS come segue :

 

- "[...] La ragione la si comprende solo se si ha in mente l'altra area di distruzione del sistema di relazioni internazionali vigenti in Asia, a partire non tanto dalla Seconda Guerra Mondiale ma dallo storico disgelo tra Cina e USA voluto dai repubblicani americani, da Nixon 4a Kissingerin primo luogo, negli anni Settanta. Quella che nacque come un'operazione di indebolimento dell'Impero Sovietico, dopo il crollo dell'Armata Rossa e dell'URRS in Afghanistan, e dopo la disastrosa decisione della finanza internazionale di far entrare la Cina nel WTO (n.d.a. World Trade Organization)6 tramite i democratici clintoniani, si è trasformata in un'irresistibile, sino ad oggi, ascesa della Cina sul piano internazionale", 

 

cita il Giappone e la Germania a pagina 90 come segue:

 

- " Il Giappone con Abe7, riprende il neo-keynesismo8 da armamento che segue il modello USA. Esso è anti-europeo (un europeismo teutonico) in economia. Tale modello si oppone, come è noto, all'austerità ordoliberista9 a dominazione teutonica che caratterizza la deflazione10 secolare appena iniziata grazie, appunto, alla fallimentare politica fin qui eseguita in Europa a dominazione culturale ed economica tedesca"

 

cita il famigerato TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership)11 a pagina 80-81 come segue:

 

- "[...] Ora il disegno imperiale dovrebbe esser completato con una visione planetaria e mi riferisco ai lavori in corso per il TTIP, l'accordo di libero scambio tra Unione Europea12 e gli Stati Uniti. Essi procedono tuttavia a rilento, contrassegnati da una segretezza ancor più profonda di quella che ha accompagnato il trattato appena firmato e da una polemica sotterranea violentissima  tra USA e Germania, e in generale tra USA ed Europa deflazionista"

 

per giungere al punto, a mio avviso, più importante dell'interno libro che svela, al di là della vulgata di disinformazione dei mezzi di comunicazione asserviti al sistema, la formazione dell'Europa a pagina 132:

 

- "L'Europa che i cattolici fondatori si ritrovarono a costruire dopo il massacro della Seconda Guerra Mondiale13 era piuttosto quella del cecoslovacco Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi14-15-16-17, affiliato alla Loggia Viennese Humanitas e propugnatore della convinzione che occorreva promuovere lo spirito europeo prima della convergenza di interessi materiali per ottenere la pace. Nel 1923, propose di unire societariamente le miniere di carbone e le industrie siderurgiche franco tedesche (CECA Comunità europea del carbone e dell'acciaio)18 così da scongiurare una nuova guerra, e nello stesso anno pubblicò Pan-Europa, un testo che ebbe un'eco ancora tutto da studiare e approfondire, ma che colpì soprattutto i circoli cattolici:  Konrad Adenauer19, Robert Shuman20, Alcide De Gasperi21 lo lessero e rilessero e se ne fecero portatori e anche Winston Churcill22 ne fu profondamente influenzato. E ancora: per primo propose nel 1929 di adottare come inno europeo l'Inno alla Gioia23 [...] E l'influenza delle idee di Coudenhove-Kalergi fu profonda anche per Aristide Briand (anch'egli Massone di Rito Scozzese accettato), il quale presentò alla Società delle Nazioni24 nel 1929, nell'approssimarsi della Grande Crisi25 il suo primo progetto per un'Unione Pan Europea26. Dopo aver suggerito nel 1947 la creazione del primo francobollo comune, fondò nel 1948 l'Unione Parlamentare Europea, che dopo il Congresso dell'Europa a l'Aja nel 1948 condurrà alla creazione del Consiglio d'Europa27 e del suo Parlamento. Coudenhove-Kalergi fu premiato nel 1950 con il Premio Carlo Magno28: un riconoscimento più che significativo che suggella una via alla costruzione europea che è oggi dimenticata, ma che è all'origine della crisi odierna dell'Europa come istituzione. Se si scorre l'elenco dei premiati con la medaglia Carlo Magno, si dipana dinanzi a noi il vero nocciolo dell'idea e della forma dell'erigenda Unione Europea (n.d.r. 1969 Commissione Europea, 2002 Euro,  2004 Papa Giovanni Paolo II, 2016 Papa Francesco)."

 

chiudendo con i paragrafi intitolati "Funzionalismo, Federalismo, Confederalismo", in cui si specifica il mezzo che è stato adottato per giungere al punto che è sotto gli occhi di tutti a pag. 136:

 

- "Le istituzioni tecnocratiche mancano di una base morale e financo di basi di legittimazione politica di sostegno, secondo il principio di maggioranza: ai Parlamenti e alle istituzioni nazionali rimane il potere di deliberare solo su materie non assegnate alle istituzioni tecnocratiche. Ma nulla può esser interamente sussunto dalla tecnocrazia. Uno spazio vitale di ricostruzione della legittimazione alla vita comune grazie a cui si disperdono le tensioni e diminuiscono i gradi di violenza hobbesiana devono continuare a sopravvivere, pena il disseccamento delle basi della convivenza non violenta. [...] L'Europa si è costruita istituzionalmente nel peggiore dei modi perché non ha saputo costituirsi né con i mattoni del federalismo, né con quelli del confederalismo. Ha scelto inconsciamente e disgraziatamente la via funzionalista sostenuta da Jean Monnet 29. [...] Democrazia senza cittadinanza: ecco il limite del federalismo per il funzionalismo, che è il limite stesso del liberismo incapace di trovare da se stesso le basi del suo fondamento." 

 

e "Limiti del Funzionalismo", in cui si prospettano i pericoli a cui siamo esposti a pag. 139:

 

- "Questo non è solo un limite del funzionalismo: è una sua minacciosa presenza, perché la guerra è sempre la continuazione della politica con altri mezzi. [...]. Ora che la guerra civile europea è terminata con il crollo dell'URSS e del suo sistema di potere globale, vi è da domandarsi se il conflitto di potenza risorto sotto nuove forme sia ancora una ragione sufficiente per consentire il non sgretolamento europeo a fronte dell'emergere di un conflitto interstatuale di potenza completamente nuovo e che può invece esser acuito e ingigantito dalla presenza stessa dell'Unione Europea nelle sue attuali forme."

 

 

 Alessio Leoncavallo

 

 

VIDEO PRESENTAZIONE del libro "Un Nuovo Mondo" - Prof.Giulio Sapelli Polo Universitario di Portogruaro [28 novembre 2017] 

https://www.youtube.com/watch?v=ozx-BZsrp4g

 

 

 RIFERIMENTI:

  1. Sito Personale: http://www.giuliosapelli.it
  2. LIBRO: https://www.ibs.it/nuovo-mondo-rivoluzione-di-trump-ebook-giulio-sapelli/e/9788881951116
  3. Mani Pulite: https://it.wikipedia.org/wiki/Mani_pulite
  4. R. Nixon: https://it.wikipedia.org/wiki/Richard_Nixon
  5. H. Kissinger :https://it.wikipedia.org/wiki/Henry_Kissinger
  6. WTO: https://it.wikipedia.org/wiki/Organizzazione_mondiale_del_commercio
  7. S. Abe; https://it.wikipedia.org/wiki/Shinzō_Abe
  8. Neo-keynesismo: https://it.wikipedia.org/wiki/Nuova_macroeconomia_keynesiana
  9. Ordoliberismo: https://it.wikipedia.org/wiki/Ordoliberalismo
  10. Deflazione: https://it.wikipedia.org/wiki/Deflazione_(economia)
  11. TTIP: https://it.wikipedia.org/wiki/Trattato_transatlantico_sul_commercio_e_gli_investimenti
  12. Unione Europea: https://it.wikipedia.org/wiki/Unione_europea
  13. Seconda Guerra Mondiale: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2013/04/la-seconda-guerra-mondiale-dei-gesuiti.html
  14. R. N. di Coudenhove-Kalergihttps://it.wikipedia.org/wiki/Richard_Nikolaus_di_Coudenhove-Kalergi
  15. Intervento del Prof.re M. Simonetti: https://www.youtube.com/watch?v=XgljzC5qTAs
  16. Libro del Prof.re M. Simonetti: https://www.amazon.it/dp/8885721028/ref=asc_df_888572102850027335/?tag=googshopit-21&creative=23390&creativeASIN=8885721028&linkCode=df0&hvdev=c&hvnetw=g&hvqmt=
  17. Articolo in cui viene citato R. N. di Coudenhove-Kalergihttp://nwo-truthresearch.blogspot.it/2010/03/storia-del-nuovo-ordine-mondiale.html?m=1
  18. CECA: https://it.wikipedia.org/wiki/Comunità_europea_del_carbone_e_dell%27acciaio
  19. K. H. J. Adenauer: https://it.wikipedia.org/wiki/Konrad_Adenauer
  20. R. Shuman: https://it.wikipedia.org/wiki/Robert_Schuman
  21. A. De Gasperi: https://it.wikipedia.org/wiki/Alcide_De_Gasperi
  22. W. Churchill: https://it.wikipedia.org/wiki/Winston_Churchill
  23. https://it.wikipedia.org/wiki/Sinfonia_n._9_(Beethoven)#Quarto_movimento5
  24. Società delle Nazioni: https://it.wikipedia.org/wiki/Società_delle_Nazioni
  25. Grande Crisi: https://it.wikipedia.org/wiki/Grande_depressione
  26. Unione Pan Europea: https://it.wikipedia.org/wiki/Unione_Paneuropea
  27. Consiglio d'Europa: https://it.wikipedia.org/wiki/Consiglio_d%27Europa
  28. Premio Carlo Magno: https://it.wikipedia.org/wiki/Premio_Carlo_Magno
  29. J. Monnet: https://it.wikipedia.org/wiki/Jean_Monnet

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
©2019 RipetizioniCorsi.it All Rights Reserved. ALESSIO LEONCAVALLO: VIA DELLE MURETTA 34, 00040 ROCCA DI PAPA (RM) P.IVA 13624251008

Search